“Il prezzo” della menzogna: Popolizio porta l’opera di Miller al teatro Argentina

di Arthur Miller

traduzione: Masolino d’Amico

regia: Massimo Popolizio

con: Umberto Orsini, Massimo Popolizio, Alvia Reale, Elia Schilton

scene: Maurizio Balò

costumi: Gianluca Sbicca

Luci: Pasquale Mari

direzione artistica: Umberto Orsini

Al teatro Argentina fino al 9 novembre


Le catastrofiche conseguenze della crisi economica del 1929 si ripercuotono, a distanza di anni, su due fratelli che tornano a parlarsi dopo la morte del padre, per venderne i vecchi mobili accumulati in un appartamento che sta per essere demolito.

Da una parte Victor, che ha rinunciato ai suoi sogni pur di accudire il padre malato, dall’altra suo fratello Walter, egoista e arrivista, simbolo del sogno americano, che ha saputo arricchirsi noncurante delle difficoltà che colpivano la sua famiglia.

Irrimediabilmente tornano a galla rancori, bugie e fallimenti di due vite ormai troppo distanti ma legate dallo stesso dolore. E la verità lentamente emerge, sotto la presenza minacciosa di metri e metri di mobili accatastati che sovrastano i personaggi, schiacciati dai ricordi che essi incarnano e impotenti di fronte alla memoria di un padre dispotico, ma estremamente fragile.

Di fronte a Victor, onesto e remissivo poliziotto di mezza età interpretato dal grande talento di Popolizio, si schierano due figure a lui opposte: l’autoritaria moglie Esther (Alvia Reale) e Walter (Elia Schilton), accomunati dal bisogno di emergere in una società sempre più basata sulla ricerca del benessere economico, che sa dare un prezzo ad ogni cosa tralasciandone il valore.

Sguardo esterno, ma vivacemente partecipe, quello dell’antiquario novantenne Solomon, chiamato a stimare i beni della vecchia casa: Umberto Orsini è impeccabilmente carismatico, ironico, coinvolgente e malinconico.

Massimo Popolizio presenta in prima nazionale al teatro Argentina di Roma “Il prezzo”, opera del 1968 del drammaturgo statunitense Arthur Miller, cui il teatro di Roma dedica un dittico all’interno del progetto “Sconquassi americani” (dal 9 al 20 dicembre sarà in scena “Morte di un commesso viaggiatore”, con la regia di Elio De Capitani).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...