I RACCONTI DI DIONISO | Dal 14 maggio la prima edizione nella cornice di Roma antica

Comunicato stampa

Opificio03 e Il Demiurgo

presentano

I RACCONTI DI DIONISO I edizione

Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica

con il patrocinio di

Regione Lazio e Comune di Roma

con

Parco Archeologico dell’Appia Antica e Parco Archeologico di Ostia Antica

con la collaborazione di

REMEDIA srl, FEIR eventi e M&N’s

Parco ArcheOlogico di Ostia Antica e Parco Archeologico dell’Appia Antica

Scavi di Ostia Antica – Castello di Giulio II – Villa dei Quintili – Mausoleo di Cecilia Metella

dal 14 maggio al 24 settembre 2022

Opificio03 e IL Demiurgo rinnovano la loro stretta collaborazione e presentano al pubblico I Racconti di Dioniso I edizione – Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica, che prenderanno forma dal 14 maggio al 24 settembre 2022 negli spazi immortali del Parco Archeologico di Ostia Antica e il Parco Archeologico dell’Appia Antica.

Con il patrocinio della Regione Lazio e del Comune di Roma, con il Parco Archeologico dell’Appia Antica e il Parco Archeologico di Ostia Antica (tutelati dal Ministero della Cultura) il progetto I RACCONTI DI DIONISO è vincitore dell’avviso pubblico per il sostegno ai progetti di valorizzazione del patrimonio culturale attraverso lo spettacolo dal vivo nella Regione Lazio.

Gli Scavi di Ostia Antica, il Castello di Giulio II, il Parco Archeologico dell’Appia antica con la Villa dei Quintili, il Mausoleo di Cecilia Metella, sono i suggestivi luoghi dove si svolgeranno gli spettacoli della prima edizione de I RACCONTI DI DIONISO, rassegna nata dall’incontro di Opificio 03, direttori artistici Lorenzo De Santis e Silvia Ponzo e Il Demiurgo, direttore artistico Francescoantonio Nappi, con la collaborazione di REMEDIA srl, FeIR eventi e M&N’s.

La rassegna è immaginata allo scopo di valorizzare alcune tra le più suggestive aree archeologiche di Roma, luoghi magici e ricchissimi di storia. L’intento è quello di portare i siti archeologici al centro della scena, non come mero scenario ma come estensione del progetto artistico, veri e propri personaggi di pietra che occupano, invadono e impreziosiscono la rappresentazione. Gli spettacoli saranno accomunati da una struttura scenografica essenziale: soltanto corpi, voci, oggetti di scena per evidenziare senza alcun orpello la magia dei luoghi la cui bellezza sarà esaltata da giochi di luci improntate al risparmio energetico, con un’illuminotecnica a base principalmente Led.

Il ricco cartellone mette al fulcro l’obiettivo di sfruttare l’universalità del testo classico interagendo con i luoghi prescelti, per un totale di 16 spettacoli diversi ed eterogenei. La rassegna vuole essere il più possibile varia e non limitarsi solo al teatro antico ma spaziare tra testi di ogni epoca e genere, dal teatro del ‘600 a quello moderno, dal teatro dell’assurdo novecentesco alla nuova drammaturgia per proporre agli spettatori una vera e propria stagione teatrale estiva, con operatori campani, liguri, laziali e in generale provenienti da tutto il territorio nazionale, al fine proprio di creare un rapporto culturalmente osmotico e teso all’interscambio artistico.

Ospiti della prima edizione della rassegna saranno personalità di spicco nell’ambiente teatrale, tra cui il regista Carlo Sciaccaluga e compagnie internazionali come i Trisetmas. Molte pièce hanno partecipato a festival di rilievo nazionale e ottenuto significativi riconoscimenti. Tra gli spettacoli, tutti di grande pregio, sarà proposto al pubblico Sia nel Giusto che nel torto spettacolo su Fabrizio De Andrè prodotto da IL DEMIURGO, che ha ricevuto il patrocinio morale e lettera d’encomio dalla stessa Fondazione De André, ed è stato inserito nel calendario ufficiale e istituzionale di “Estate a Napoli 2021”.

Opificio03 si occuperà dell’allestimento e della realizzazione anche di nuove produzioni che verranno portate sulla scena in prima nazionale: L’Anfitrione di Molière, Le idi di Marzo e Le baccanti di Euripide.

Andrà in scena UP AND DOWN prodotto da M&N’s spettacolo che narra la vicenda di un aspirante atleta paraolimpico ed è realizzato anche da attori con disabilità.

Oltre alle organizzazioni già citate al Festival saranno presenti anche: Post-it 33, Piccola Città Teatro, la Compagnia Liberaimago, Teatro dell’Osso, Orlando Forioso, TeatrEuropa di Corsica.

PRESENTAZIONE SOCIAL

Per essere da subito più vicini agli spettatori della prima edizione della rassegna I RACCONTI DI DIONISO, giovedì 12 maggio 2022 alle 19:30, dal Centro Culturale Artemia di Roma, punto di incontro tra culture e idee, direttrice artistica Maria Paola Canepa, avrà luogo la presentazione ufficiale in una diretta attraverso i canali social di Opificio03. Saranno proprio Lorenzo De Santis, Silvia Ponzo e Francescoantonio Nappi ad accompagnarci attraverso una carrellata degli spettacoli del ricco cartellone di questo innovativo festival dedicato a Dioniso divinità dell’ebbrezza, del vino e del teatro.

Per seguire la diretta: https://www.facebook.com/opificio03https://www.instagram.com/opificio03

CARRELLATA DEGLI SPETTACOLI

Le rappresentazioni avranno inizio con la serata di apertura, inserita all’interno del programma della Notte Europea dei Musei 2022, sabato 14 maggio alla Villa dei Quintili, alle 19:15 verrà presentato al pubblico ARTEFATTI spettacolo prodotto da Il Demiurgo con la regia di Franco Nappi, interpreti lo stesso Franco Nappi, Chiara Vitiello e Marco Serra; a seguire alle 20:45 andrà in scena DONNA OLIMPIA: LA “PAPESSA” prodotto da Opificio03, testo e regia di Lorenzo De Santis, con Lorenzo De Santis, Irene Cannello e John Zotti.

La rassegna proseguirà sabato 25 giugno sempre alla Villa dei Quintili, alle 19:15 sarà la volta dell’ANFITRIONE una nuova produzione di Opificio03, adattamento e regia di Silvia Ponzo e Nino Sileci, interpreti Davide Cherstich, Giacomo Cremaschi, Lorenzo De Santis, Silvia Ponzo, Caterina Rossi e Nicolas Varisco; alle 20:45 verrà presentato al pubblico L’ASINO D’ORO una creazione di Orlando Forioso e TrisEtMas, prodotto da TeatrEuropa e TrisEtMas, con Fabio Camassa, Luca Carrieri, Valeria D’Angelo, Marie-Paule Franceschetti, Orlando Forioso, Riccardo Mori, Pierantonio Savo Valente

Domenica 26 giugno alle 19:15 verrà rappresentato CYRANO STATION prodotto dall’Associazione Primo Aiuto e dalla Compagnia Liberaimago, con la regia e la drammaturgia di Roberto Ingenito,gli interpreti saranno Alessandro Balletta, Gaetano Migliaccio e Fortuna Liguori; alle 20:45 verrà proposto L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO prodotto da Il Demiurgo in collaborazione con Pro Lauro, la regia di Carlo Sciaccaluga, interpreti Alessandro Balletta, Franco Nappi, Roberta Fascati, Simona Pipolo, Carolina Rapillo, Marco Serra e Chiara Vitiello, entrambi gli spettacoli andranno in scena al Mausoleo di Cecilia Metella.

Sempre al Mausoleo di Cecilia Metella, sabato 2 luglio alle 19:15 andrà in scena FRIDA una produzione del Teatro dell’Osso, spettacolo scritto e diretto da Mirko Di Martino, con Titti Nuzzolese e Peppe Romano; subito dopo alle 20:45 verrà proposto ALL HAIL MACBETH prodotto da Opificio03 e Il Demiurgo, con il testo e la regia di Lorenzo De Santis, sulle scene si esibirà Franco Nappi.

Sabato 9 luglio la cornice delle rappresentazioni sarà quella degli Scavi di Ostia Antica alle 17:00 sarà la volta dello spettacolo LA SIGNORA DEL BORGO liberamente tratto da LA VISITA DELLA VECCHIA SIGNORA di F.DURRENMATT, prodotto da Post-it 33, regia di Salvatore Riggi e Giorgia Lunghi, testo e adattamento di Salvatore Riggi, con Giorgia Lunghi, Mariano Viggiano, Salvatore Riggi, Maria Sara Amenta e Emanuele Vircillo; nello stesso giorno al Castello di Giulio II alle 19:15 andrà in scena UP AND DOWN, una produzione M&N’s, con la regia e la drammaturgia di Franco Nappi, interpreti Emanuele Scherillo, Marco Serra e Chiara Vitiello; alle 20:45 sarà la volta di SIA NEL GIUSTO SIA NEL TORTO prodotto da II Demiurgo, autori: Francescoantonio Nappi e Anna Maria Bozza, interpreti: Roberta Astuti, Marco Serra, Roberta Frascati, Antonio Torino, Anna Maria Bozza e Franco Nappi.

La rassegna riprenderà dopo la pausa estiva sabato 10 settembre alla Villa dei Quintili, dove alle 19:15 andrà in scena LE BACCANTI, nuova produzione di Opificio03, adattamento e regia di Silvia Ponzo, con Maria Sara Amenta, Fabio Camassa, Valeria D’Angelo, Lorenzo De Santis, Francesco di Crescenzo, Eleonora Di Raffaele, Riccardo Mori e Francesca Vecchiato; alle 20:45 sarà la volta di ALDIQUALDILÀ prodotto da Piccola Città TeatroTeen Theatre, Galassia Estreya e Il Demiurgo,spettacolo nato da un’idea di Dario Menee ed Ettore Nigro, testo di Giovanni del Prete ed Ettore Nigro, regia di Giovanni Del Prete, con Anna Bocchino, Gaetano Franzese, Ettore Nigro e Antonio Vitale.

Venerdì 23 settembre sempre alla Villa dei Quintili, alle 19:15 sarà proposto al pubblico MO VENE GODOT prodotto da FEIReventi, adattamento e regia di Pasquale Candela, con Francesco di Crescenzo, Francesco Romano, Franco Nappi, Luigi Leone e Salvatore Scotto d’Apollonia; alle 20:45 andrà in scena LE IDI DI MARZO una nuova produzione di Opificio03, adattamento e regia di Lorenzo De Santis, con Davide Cherstich, Paolo de Candia, Francesco Leonardo Marchionne, Paolo Roberto Ricci, Leandro Sbrocchi e John Zotti.

Un grande evento con un ospite a sorpresa concluderà il festival sabato 24 settembre 2022.

FOCUS sulla SERATA DI APERTURA

Inserita all’interno del programma della Notte Europea dei Musei 2022

sabato 14 maggio 2002

VILLA DEI QUINTILI

Spettacolo itinerante

Ore 19:15

ARTEFATTI

Produzione: Il Demiurgo

Regia di: Franco Nappi

Con: Franco Nappi, Chiara Vitiello e Marco Serra

Dopo aver debuttato in alcuni dei luoghi più belli della Campania (e non solo) come la Reggia di Portici e il Castello Lancellotti di Lauro, il Parco Archelogico dell’Appia Antica diventa teatro d’eccezione per le storie del genio ribelle Caravaggio, per i tormenti di Isabella Croys, per il genio di Leonardo Da Vinci, per l’estasi di Michelangelo Buonarroti. Luoghi da sogno per le storie di artisti meravigliosi, ma di essi non si racconterà soltanto l’estro creativo: si scaverà nel cuore degli uomini e delle donne, nelle loro emozioni. Perché i geni sono archetipi e raccontandoli raccontiamo anche noi stessi, con le nostre fragilità e le nostre debolezze. Artefatti dunque non sarà solo un viaggio nell’arte e nelle opere di alcune delle personalità più geniali della Storia dell’Arte ma anche l’occasione per conoscere gli uomini e le donne che si celano dietro l’artista.

Ninfeo

Ore 20:45

DONNA OLIMPIA: LA “PAPESSA”

Produzione: Opificio03

Testo e regia: Lorenzo De Santis

Con: Lorenzo De Santis, Irene Cannello, John Zotti

Ma chi era donna Olimpia, perché era così potente, e come mai si parla così tanto di lei a proposito di piazza Navona e di Roma?

Per cominciare, abitava nel palazzo più bello della piazza, nel grandioso e sfarzoso palazzo Doria Pamphilj, che aveva suggerito di costruire e poi ingrandire e abbellire di opere d’arte e che poi si era fatta regalare dal cognato papa.

Non bellissima, ma affascinante e forse dotata di segrete attrattive sessuali, dai e ridai, dopo aver vagliato tanti aristocratici di potere e denaro, finalmente riuscì a sposare quello che le doveva apparire il partito giusto: il nobile Pamphilio della potente famiglia Pamphilj, più vecchio di lei di trent’anni, che ebbe il buon gusto di morire pochi anni dopo lasciandola ricca vedova. Da qui cominciò la sua scalata. In pochi anni divenne non solo la donna, ma addirittura la personalità più potente e temuta a Roma, una vera e propria terribile “papessa”. A raccontare le sue vicissitudini ci penseranno tre popolani attraverso gli scritti di Pasquino e Marforio.

ATTIVITÀ CORRELATE e CROSSMEDIALITÀ

Dato che il teatro non esiste senza un pubblico, e educarlo alla fruizione è parte della mission di Opificio03, le attività collaterali saranno molteplici, allo scopo di contribuire a educare il pubblico al teatro come, ad esempio, realtà aumentate da fruire a mezzo App ma anche workshop e seminari. Il progetto “I Racconti di Dioniso” è anche un progetto teatrale crossmediale, che si articolerà in un percorso completo e complesso, fatto di teatralizzazioni guidate, visite guidate ai siti d’interesse, promozione turistica a mezzo teatro, podcast, materiale audiovisivo da fruirsi a mezzo app come realtà aumentata.

In riferimento si può visitare:

https://www.facebook.com/opificio03/

Opificio 03 e Il Demiurgo

presentano

I RACCONTI DI DIONISIO I edizione

Rassegna di spettacoli tratti dal repertorio classico nella cornice di Roma antica

Con il patrocinio di:  Regione Lazio e Comune di Roma

Con:  Parco Archeologico dell’Appia Antica e Parco Archeologico di Ostia Antica (tutelati del Ministero della Cultura)

Con la collaborazione di:  Remedia srl, FEIR eventi e M&N’s

Parco Archeologico di Ostia Antica e Parco Archeologico dell’Appia Antica

Scavi di Ostia Antica – Castello di Giulio II – Villa dei Quintili – Mausoleo di Cecilia Metella

dal 14 maggio al 24 settembre 2022

Serata di apertura:

Inserita all’interno del programma della Notte Europea dei Musei 2022

Sabato 14 maggio 2002 – Villa dei Quintili

Ore 19:15 – Spettacolo Itinerante

Artefatti

Produzione: Il Demiurgo

Regia di: Franco Nappi – Con: Franco Nappi, Chiara Vitiello e Marco Serra

Ore 20:45 – Ninfeo

Donna Olimpia: La “Papessa”

Produzione: Opificio03

Testo e regia: Lorenzo De Santis – Con: Lorenzo De Santis, Irene Cannello, John Zotti

Modalità d’accesso:

Tessera associativa (valida per l’intera rassegna): 8€ con primo accesso gratuito agli spettacoli.

Per le date successive (se già in possesso di tessera associativa): intera serata (due spettacoli) 8€ – Singolo spettacolo 5€

Info e prenotazioni: iraccontididioniso@gmail.com    –   opificio03@gmail.com  –  Tel:  3534142535

L’accesso agli spazi adibiti al Festival prevede l’acquisto della Mia Appia Cardil biglietto nominativo a durata annuale con il quale si può accedere illimitatamente a tutti i siti del Parco Archeologico dell’Appia Antica.

La Mia Appia Card è acquistabile sul sito di CoopCulture al costo di 10€ (+ 2€ prevendita) 

Per la serata di apertura del 14 maggio (Notte Europea dei Musei) per accedere al Parco Archeologico NON sarà necessario essere in possesso della Mia Appia Card ma basterà acquistare il biglietto simbolico di 1€ sul sito     http://www.coopculture.it

Per maggiori informazioni su costi e riduzioni Mia Appia Card:  http://www.parcoarcheologicoappiaantica.it/servizi-al-cittadino/la-mia-appia-card/

Mausoleo di Cecilia Metella (Via Appia Antica 161)
– Villa dei Quintili (Via Appia Nuova, 1092)
– Castello di Giulio II (Piazza della Rocca, 13 – Ostia Antica)
– Scavi di Ostia Antica (Viale dei Romagnoli, 717 – Ostia Antica)

Collegamenti:

VILLA DEI QUINTILI: Linea circolare 118 – Linea 664

MAUSOLEO DI CECILIA METELLA: Linea 660 – Linea circolare 118

OSTIA ANTICA / CASTELLO DI GIULIO II: Treno Roma-Lido    scendere alla fermata Ostia Antica. Attraversare il ponte pedonale e seguire le indicazioni.

https://www.facebook.com/opificio03     https://www.instagram.com/opificio03

#iraccontididioniso#opificio03#ildemiurgo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...