Al cinema dal 27 maggio il docu-film DENTRO CARAVAGGIO

 Nexo Digital, Italia Classica, Skira Editore, Adler Entertainment

con il sostegno di Intesa Sanpaolo

 

presentano

 

DENTRO CARAVAGGIO

IL DOCU-FILM FIRMATO DA FRANCESCO FEI

CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI SANDRO LOMBARDI

 

Un viaggio inedito e originale tra Milano, Roma, Napoli, Malta, Siracusa e Messina

nelle sale solo il 27, 28 e 29 maggio

 

Con gli interventi di Rossella Vodret, Marco Carminati, Alessandro Morandotti, Milo Manara,  Gennaro Carillo, Giovanna Cassese, Caterina Di Giacomo, Achille Mauri e i Masbedo

 

 

UN FILM con SANDRO LOMBARDI

SCENEGGIATURA: JACOPO GHILARDOTTI

PRODUTTORI ESECUTIVI: FRANCESCO FEI e FEDERICA MASIN PER APNEA FILM

e SILVIA CORBETTA PER ITALIA CLASSICA

MONTAGGIO: CLAUDIO BONAFEDE

MUSICHE ORIGINALI: TEHO TEARDO

REGIA: FRANCESCO FEI

 

PRODOTTO DA: PIERO MARANGHI MASSIMO VITTA ZELMAN

con FRANCESCO MELZI D’ERIL E MARCO COLOMBO

 

Durata: 85 minuti

 

 

 

La Grande Arte al Cinema è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital. Nel 2019 la Grande Arte al Cinema è distribuita in esclusiva per l’Italia da Nexo Digital con i media partner Radio Capital, Sky Arte e MYmovies.it.

 

Tutti i titoli della Grande Arte al Cinema possono essere richiesti anche per speciali matinée al cinema dedicate alle scuole. Per prenotazioni: Maria Chiara Buongiorno, progetto.scuole@nexodigital.it, tel 02 805 1633

A cinque secoli dalla morte, con l’infinito numero di libri e mostre a lui dedicati, i film, i fumetti, gli articoli di giornale, gli approfondimenti, cosa continua a raccontarci la figura di Caravaggio? Come mai questo personaggio riesce sempre, in maniera così densa e composita, a scuotere chi osserva le sue opere e chi legge della sua vita? È per provare a rispondere a queste domande che, una sera d’inverno, Sandro Lombardi, uno degli artisti più carismatici e poliedrici del panorama teatrale italiano, sale le scale di Palazzo Reale a Milano per visitare la mostra Dentro Caravaggio, un’esposizione che ha presentato al pubblico opere provenienti dai maggiori musei italiani e da altrettanto importanti musei stranieri, affiancando per la prima volta le tele di Caravaggio alle rispettive immagini radiografiche. Da questo viaggio dentro le opere e dentro l’uomo Caravaggio, prende il via il percorso del docu-film: proprio nello stesso luogo in cui, nel 1951, Roberto Longhi propose la Mostra del Caravaggio e dei caravaggeschi, punto fermo assoluto nella storia della riscoperta critica dell’artista.

 

Dentro Caravaggio, il film evento diretto da Francesco Fei, sceneggiato da Jacopo Ghilardotti e prodotto da Piero Maranghi e Massimo Vitta Zelman con Marco Colombo e Francesco Melzi d’Eril, è una produzione di Italia Classica, Skira Editore, Adler Entertainment, con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Arriverà nelle sale solo il 27, 28 e 29 maggio distribuito da Nexo Digital per guidare gli spettatori attraverso una lettura originale e accurata delle opere e della vita di Caravaggio (1571-1610).

 

Sinossi

 

Il viaggio “Dentro Caravaggio”, condotto da Sandro Lombardi, attraverserà i diversi luoghi caravaggeschi: Roma, Napoli, Malta, la Sicilia, tutte quelle terre in cui Caravaggio e le sue inquietudini hanno lasciato traccia concreta. Il docu-film farà poi tappa al Sacro Monte di Varallo, complesso devozionale affrescato da Gaudenzio Ferrari e celebre in tutto il mondo per la sensibile, emozionante rappresentazione teatrale e scenografica della Via Crucis e dei luoghi santi della storia di Cristo. Perché forse è proprio tra queste statue e tra questi affreschi che si nascondono, almeno in parte, le radici dell’arte di Caravaggio.

 

Ad accompagnare la visione di capolavori come Davide e Golia, Deposizione, Marta e Maria Maddalena, Sacra famiglia con San Giovannino, Ragazzo morso da un ramarro sino al Seppellimento di Santa Lucia, Resurrezione di Lazzaro, Adorazione dei pastori, ci saranno gli interventi di esperti autorevoli e di artisti: Rossella Vodret, massima conoscitrice di Caravaggio e curatrice della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano, Marco Carminati, critico e giornalista, Alessandro Morandotti, storico dell’arte e curatore della mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri delle  Gallerie d’Italia di Milano, Milo Manara, celebre fumettista e autore di una biografia per immagini di Caravaggio, Gennaro Carillo, professore ordinario di Storia del pensiero politico e di Storia delle dottrine politiche alle Università di Napoli, Giovanna Cassese, storica dell’arte già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e attuale presidente dell’ISIA Faenza, Caterina Di Giacomo, Storica dell’arte, attuale direttore del MuMe, il Museo Regionale Interdisciplinare di Messina, e del Museo Bernabò Brea di Lipari, Achille Mauri, Presidente di Messaggerie Italiane e della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri e il duo di video artisti Masbedo.

 

Dalla Pinacoteca di Brera di Milano con la sua Cena in Emmaus alla Cappella Cerasi in Santa Maria del Popolo, a Roma, con la Crocefissione di San Pietro e la Conversione di Saulo, sino ad arrivare al Pio Monte della Misericordia di Napoli (con un’incursione al Cimitero delle Fontanelle, luogo ideale per riflettere sulla vicenda umana di Caravaggio). E ancora la Cattedrale di San Giovanni Battista a La Valletta, a Malta, dove, braccato e condannato a morte, Caravaggio si rifugia con l’idea di diventare cavaliere e guadagnarsi la salvezza. Il percorso del docu-film ci porterà poi alla Chiesa di Santa Lucia alla Badia, a Siracusa, in Sicilia. È qui che, in fuga da Malta, dove è stato incarcerato per l’ennesima rissa, Caravaggio ripara lasciando alcune delle opere più intense e cupe del suo percorso: il Seppellimento di Santa Lucia, a Siracusa; la Resurrezione di Lazzaro e l’Adorazione dei Magi, a Messina.

 

Sulle tracce di Caravaggio e dei suoi viaggi, incontreremo così testimoni e protagonisti del mondo dell’arte e della cultura, appassionati e cultori, per indagare la fede e la luce, il realismo, la fuga e, ancor più, l’immensa contemporaneità di questo artista.  A coronamento del percorso, anche un’incursione nella mostra milanese L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, allestita alle Gallerie d’Italia, sede museale di Intesa Sanpaolo a Milano, per raccontare l’influenza di Caravaggio sull’arte del Seicento.

 

Dentro Caravaggio è diretto da Francesco Fei, già regista di Segantini. Ritorno alla natura, che firma il soggetto assieme a Piero Maranghi, già produttore di Leonardo da Vinci. Il genio a Milano, e Jacopo Ghilardotti.

 

                     

Elenco opere

 

Caravaggio, Cena in Emmaus. Milano, Pinacoteca di Brera.

Caravaggio, Decollazione del Battista. La Valletta, San Giovanni.

Caravaggio, Davide vincitore di Golia. Madrid, Prado.

Caravaggio, Davide e Golia. Roma, Galleria Borghese.

Caravaggio, Deposizione. Vaticano, Pinacoteca Vaticana.

Caravaggio, Marta e Maria Maddalena. Detroit, Institute of Arts.

Caravaggio, Ritratto di un cavaliere di Malta. Firenze, Galleria Palatina.

Caravaggio. Sacra famiglia con San Giovannino. New York, Metropolitan.

Caravaggio, Ragazzo morso da un ramarro. Firenze, Collezione Longhi.

Caravaggio, Riposo nella fuga in Egitto. Roma, Galleria Doria Pamphilj.

Caravaggio, La Maddalena. Roma, Galleria Doria Pamphilj.

Caravaggio, San Francesco in estasi. Hartford (CT), Wadsworth Atheneum Museum of Art.

Caravaggio, Giuditta taglia la testa ad Oloferne. Roma, Galleria Nazionale d’Arte Antica.

Caravaggio, Sacrificio di Isacco. Firenze, Galleria degli Uffizi.

Caravaggio, San Giovanni Battista. Kansas City, Nelson-Atkins Museum of Art.

Caravaggio, Madonna dei Pellegrini. Roma, Sant’Agostino.

Caravaggio, Incoronazione di spine. Vicenza, Collezione Banca Popolare di Vicenza.

Caravaggio, San Gerolamo. Montserrat, Museu de Montserrat.

Caravaggio, Salome con la testa del Battista. Londra, National Gallery.

Caravaggio, Flagellazione. Napoli, Museo di Capodimonte.

Caravaggio, Martirio di Sant’Orsola. Napoli, Palazzo Zevallos Stigliano.

Caravaggio, Sette opere di misericordia. Napoli, Pio Monte della Misericordia.

Caravaggio, Crocefissione di San Pietro. Roma, Santa Maria del Popolo.

Caravaggio, Conversione di San Paolo. Roma, Santa Maria del Popolo.

Caravaggio, Seppellimento di Santa Lucia. Siracusa, Santa Lucia alla Badia.

Caravaggio, Resurrezione di Lazzaro. Messina, Museo Regionale.

Caravaggio, Adorazione dei pastori. Messina, Museo Regionale.

 

 

I luoghi del film

 

Mostra Dentro Caravaggio, dal IX/2017 al II/2018 a Palazzo Reale, Milano.

Con venti quadri esposti da tutto il mondo, la mostra più completa sull’artista da molti anni. Allestita nello stesso luogo in cui, nel 1951, Roberto Longhi allestì la Mostra del Caravaggio e dei caravaggeschi, punto fermo assoluto nella storia della riscoperta critica di questo artista.

 

Mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, dal XI/2017 al IV/2018 alle Gallerie d’Italia, Milano.

Parallela a quella di Palazzo Reale, la mostra esaustiva sull’influenza di Caravaggio sull’arte del suo tempo e del Seicento.

 

Sacro Monte di Varallo.

Il più importante fra i tanti sacri monti realizzati e promossi durante la Controriforma, in specie in Piemonte e in Lombardia, per la rappresentazione teatrale e scenografica della Via Crucis e dei luoghi santi. Affrescato e decorato da Gaudenzio Ferrari. Caravaggio cresce a Milano, negli anni di San Carlo Borromeo, e quello di Varallo era il Sacro Monte di Varallo preferito di San Carlo. Forse, è tra queste statue e tra questi affreschi che si nascondono le radici della sua arte.

 

Cappella Cerasi in Santa Maria del Popolo, Roma.

Caravaggio vive e opera a Roma dal 1592 al 1606, quando è costretto a fuggire per avere assassinato Ranuccio Tomassoni, un suo rivale di strada. Alcune sue opere si trovano ancora nei luoghi per cui erano state pensate. In questa chiesa ce ne sono due: la Crocefissione di San Pietro e la Conversione di Saulo.

 

Pio Monte della Misericordia, Napoli.

Cimitero delle Fontanelle, Napoli.

Da Roma, Caravaggio scappa a Napoli, dove ha lasciato alcuni quadri: fra questi, le Sette Opere della Misericordia. Pur slegato dalla biografia di Caravaggio, il Cimitero delle Fontanelle, un ossario scavato nel tufo in pieno rione Sanità, è uno dei siti più suggestivi di questa città. Il luogo ideale, per riflettere sulla vicenda umana di Caravaggio.

 

Cattedrale di San Giovanni Battista a La Valletta, Malta.

Braccato e condannato a morte, da Napoli Caravaggio scappa a Malta, con l’idea di diventare cavaliere e guadagnarsi perciò la salvezza. In questa chiesa si trova la Decollazione del Battista, uno dei tanti dipinti in cui l’artista ritrae una decapitazione o una testa tagliata: l’opera più grande della sua vita, l’unica che abbia mai firmato.

 

Chiesa di Santa Lucia alla Badia, Siracusa.

Museo Regionale, Messina.

In fuga da Malta, dove è stato incarcerato per l’ennesima rissa, Caravaggio ripara in Sicilia. Anche sull’isola ha lasciato dei quadri, fra i suoi più meravigliosi e cupi: il Seppellimento di Santa Lucia, a Siracusa; la Resurrezione di Lazzaro e l’Adorazione dei Magi, a Messina.

 

E inoltre

Pinacoteca di Brera, Milano.

A Brera è esposta la Cena in Emmaus. Caravaggio vive a Milano e in Lombardia almeno 21 anni e qui impara a dipingere, ma tutta la sua vita d’artista si svolge altrove.

 

 

Biografie

 

Francesco Fei

È nato a Firenze e vive a Milano. Dopo una lunga esperienza quale regista di videoclip per i più importanti musicisti rock e pop italiani, negli anni Zero cambia completamente genere, dedicandosi alla videoarte e ai documentari. Molte sue produzioni sono state presentate, con successo, nei principali festival di settore europei. Nel 2005 realizza il suo primo lungometraggio, Onde, con Anita Caprioli e Filippo Timi. Nel 2016 ha scritto, prodotto e diretto la docufiction Segantini. Ritorno alla natura, ancora con Filippo Timi, grazie alla quale ha vinto il Premio del Pubblico al Biografilm Festival di Bologna. Il suo documentario La regina di Casetta è stato premiato nel 2018 quale Migliore film italiano alla 59esima edizione del Festival dei Popoli, e ha appena vinto la Genziana d’oro quale miglior film di alpinismo, popolazioni e vita di montagna al Trento Film Festival 2019. Nel frattempo sta ultimando la realizzazione del suo secondo lungometraggio, Mi chiedo quanto ti mancherò, tratto da un romanzo di Amanda Davis. È docente di regia all’Accademia di Belle Arti di Bergamo e allo IED di Milano.

 

 

 

Sandro Lombardi

Considerato uno degli artisti più carismatici e poliedrici del panorama teatrale italiano, e da molti il più grande attore della sua generazione, Sandro Lombardi fa teatro da quando era ragazzo. Il suo nome è specialmente legato alla fondamentale esperienza della compagnia Magazzini Criminali, in Toscana negli anni Ottanta. Diretto da Federico Tiezzi, ha interpretato testi di Aristofane, Beckett, Bernhard, Brecht, Cechov, D’Annunzio, Luzi, Manzoni, Müller, Pasolini, Pirandello, e di tutti i maggiori autori contemporanei. Di grande rilievo i suoi spettacoli tratti dalle opere di Giovanni Testori. Per quattro volte ha ricevuto il Premio Ubu per la migliore interpretazione maschile. Ha pubblicato il memoir Gli anni felici (Garzanti, 2004) e un romanzo, Le mani sull’amore (Feltrinelli, 2009).

 

Gennaro Carillo

Professore ordinario di Storia del pensiero politico e di Storia delle dottrine politiche alle Università di Napoli, filosofo, attento studioso dei rapporti fra politica e immagine.

 

Marco Carminati

Giornalista professionista, critico d’arte, esperto di collezionismo e studioso di storia dell’arte e di storia della Lombardia. Attuale responsabile delle pagine d’arte dell’inserto culturale Domenica del Sole 24 Ore.

 

Giovanna Cassese

Storica dell’arte, già direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli, presidente dell’ISIA di Faenza, docente di storia e teoria del restauro, profonda esperta di arte e cultura napoletana.

 

Caterina Di Giacomo

Storica dell’arte, attuale direttore del MuMe, il Museo Regionale Interdisciplinare di Messina, e del Museo Bernabò Brea di Lipari.

 

Milo Manara

Celebre fumettista italiano, sulla breccia da oltre quarant’anni, autore di storie edite in tutto il mondo. Ha collaborato, fra gli altri, con Alejandro Jodorowsky e Federico Fellini. Grande appassionato di Caravaggio, ha pubblicato per Paninicomics una biografia dell’artista in due albi: Caravaggio – La tavolozza e la spada e Caravaggio – La grazia.

 

Masbedo

Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni, in arte Masbedo, sono una coppia di artisti, attivi dal 1999 nel campo della videoarte e delle installazioni. Le loro opere sono caratterizzate dall’interazione fra diverse discipline artistiche: teatro, cinema, performance, architettura. Hanno realizzato mostre personali in tutti i maggiori musei d’Italia e d’Europa.

 

Achille Mauri

Presidente di Messaggerie Italiane e della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri. Editore e autore, testimone del Novecento.

 

Alessandro Morandotti

Curatore della mostra L’ultimo Caravaggio. Eredi e nuovi maestri, alle Gallerie d’Italia di Milano. Storico dell’arte, profondo conoscitore della pittura italiana del Seicento e del Settecento. Ha pubblicato diversi volumi e curato varie mostre di storia dell’arte, in particolare lombarda e moderna.

 

Rossella Vodret

Massima esperta di Caravaggio, sul quale ha pubblicato saggi, libri, e curato l’Opera Completa.  Già Soprintendente Speciale per il Polo Museale Romano, è la curatrice della mostra Dentro Caravaggio a Palazzo Reale a Milano, e di molte altre mostre sull’artista allestite in tutto il mondo (Giappone, Brasile).

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...