Recensione | Al teatro India, FAMIGLIA, di Valentina Esposito

Uno spazio vuoto, insondabile lacuna d’un assenza.
Un appello accorato; ci turba, ci esorta brutale, proviene dal fondo buio di un rancore inespresso.
Viè a fa mi padre! Passi come tonfi, echeggiano fra i vetri scheggiati dell’insonnia.
Più antica è la storia di quest’uomo, si nutre di fuliggine e ferocia, inizia anni addietro sfaldando il limite delle generazioni e della morte.
Sulla scena del teatro India di Roma fino allo scorso 20 gennaio, Famiglia, di Valentina Esposito, assorbe i nostri corpi come pura, necessaria aggressione; ci svuota e ci nutre portandoci nel limbo sottile fra spettro e presenza.
Nun è colpa mia! Sfarzoso pretesto, banchetto assordante; un matrimonio si fa coagulo di grumi e frustrazioni, forza i limiti di distanze presunte, di acquisiti disamori.
Viola si sposa, il suo sguardo è fosco, travalica la sala, si immerge in altre paludi.
La tavola è imbandita, la attorniano i fantasmi, goliardici congiunti banchettano, ignari sghignazzano.
Se il dramma si articola sulla vertiginosa alternanza di retrovie ed intermezzi monologanti, anche il silenzio diviene violento quando ad intermittenza si contamina con macabre contemplazioni e singhiozzi di morte.
Qualcosa lacera il velo nuziale, un conflitto.
Inscena la figlia una danza struggente che barbara rovescia ogni prossemica, che tragica si ostina ad azzannare coacervi di mutismo.
Siete vicini ma non vicini abbastanza, i due non si guardano.
Bisbigli e preghiere, negato è ogni esito dinanzi ad una filiazione contraffatta il cui odio proviene da lontano.
Un padre e un figlio, la rabbia li pervade; il tempo è perso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...